Novità in campo normativo: è arrivato il nuovo decreto SCIA 2 che spiega quali lavori è possibile realizzare in regime di edilizia libera o con SCIA.
E previsto un Glossario Unico che identificherà tutte le tipologie di intervento e la documentazione necessaria, per garantire omogeneità di applicazione su tutto il territorio nazionale.
La bozza, non ancora in vigore, attua la Riforma della Pubblica Amministrazione (Legge 124/2015) e si abbina al decreto sulla Scia Unificata, approvato in via definitiva durante lo stesso Consiglio dei Ministri.
Tra le attività di edilizia libera vengono incluse:
– la realizzazione di rampe per la rimozione barriere architettoniche (lavoro per cui oggi è richiesta l’autorizzazione come per l’installazione di ascensori);
– opere dirette a soddisfare esigenze contingenti e temporanee, da rimuovere al massimo entro 90 giorni;
– opere di pavimentazione e finitura degli spazi esterni contenute entro l’indice di permeabilità;
– installazione di pannelli solari e fotovoltaici al servizio degli edifici al di fuori dei centri storici;
– aree ludiche senza fini di lucro ed elementi di arredo delle aree pertinenziali degli edifici.
Un piccolo passo in avanti nell’ambito della semplificazione normativa in edilizia che si aspettava da tempo …. ora aspettiamo l’entrata in vigore del Decreto Legislativo.
Per approfondimenti Edilportale

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: